Uno sguardo alla città del futuro dal villaggio Olimpico di Tokyo 2020 

Le Olimpiadi ci hanno fornito un’anteprima di quella che sarà la città del futuro. Vediamo insieme che cosa ci aspetta!

La città di Tokyo ha rispettato la promessa fatta: quelle del 2020 sono le Olimpiadi più innovative e green di sempre.

Non è infatti la prima volta che la città Giapponese ospita con successo questo evento sportivo, un successo che si è ripetuto anche quest’anno grazie alla grande organizzazione e alle numerose iniziative messe in atto.

Ma vediamo meglio cosa ci aspetta nella città del futuro osservando attentamente le architetture e le strutture del Villaggio Olimpico di Tokyo 2020.

Tokyo 2020: tra letti di cartone e architetture riciclabili

Innovazione e sostenibilità concentrate in 44 ettari (circa 440.000 metri quadri) di Villaggio Olimpico per garantire agli atleti e a tutti gli accompagnatori un soggiorno memorabile, non solo sul campo di gara ma anche nel tempo libero.

Situato nel distretto di Harumi e circondato dal mare su tre lati, il Villaggio Olimpico di Tokyo 2020 è un vero e proprio esempio di città sostenibile, a partire dai mezzi pubblici: per raggiungere i campi di gara o gli altri luoghi all’interno del Villaggio, gli atleti hanno avuto modo di utilizzare gli shuttle presenti, completamente elettrici e privi di conducente (un operatore controllava la tratta a distanza tramite un monitor).

Passando poi alle strutture, all’interno del villaggio è presente anche la Village Plaza, la piazza principale costruita con ben 40.000 pezzi di legno proveniente da fonti sostenibili e donati da 63 comuni da tutto il Giappone. Una volta concluse le Olimpiadi, la piazza viene smantellata e il legno spedito nuovamente ai comuni partecipanti e utilizzato in attività locali.

All’interno delle 21 residenze per gli atleti, i 26.000 posti letto sono stati realizzati con materiali riciclabili: la struttura infatti è costituita da un cartone molto resistente, così come tutti gli arredi, mentre i componenti del materasso verranno poi riutilizzati e trasformati in prodotti di plastica.

Inoltre, tutto il Villaggio (che si presume diventerà presto un ospedale) è completamente privo di barriere architettoniche, totalmente sostenibile ed eco-friendly grazie all’utilizzo di idrogeno.

È doveroso menzionare anche la presenza di numerose stanze e punti di ritrovo in cui gli atleti di tutte le nazionalità possono incontrarsi in sicurezza per giocare, mangiare o fare quattro chiacchere, un segnale importante di ritorno alla normalità e alla socialità dopo un anno davvero difficile.

Che cosa dobbiamo imparare da Tokyo 2020?

Il Villaggio Olimpico di Tokyo 2020 è una dimostrazione visibile di come sia possibile costruire una città completamente sostenibile, rispettosa dell’ambiente e delle persone grazie alla totale assenza di barriere architettoniche, il tutto mantenendo comunque una struttura dal design piacevole.

Un esempio da cui prendere ispirazione per migliorare e modificare le nostre case, i nostri arredi e le nostre città, per un futuro migliore.

In attesa di un domani più green, se oggi stai cercando casa o vorresti vendere quella che già possiedi, rivolgiti a Toscana Immobiliare per un’assistenza continua in ogni fase del processo.

Per maggiori informazioni chiama al numero diretto 3473075458, oppure lascia un recapito cliccando qui e sarai ricontattato il prima possibile.

A presto!

Luca Malacarne

Toscana Immobiliare Franchising